.
Annunci online

  ConcorrenzaEnergetica [ ]
 
 
         
 


Ultime cose
Il mio profilo



cerca
letto 67838 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 


13 aprile 2018

Il fattore tempo nella Politica Differenziale Generalizzata

A tutti quelli che pretendono risultati immediati dalle nuove proposte politiche-economiche (altrimenti le rifiutano), dico che finora gli esiti rapidi hanno sempre creato bolle speculative.
E queste sono sempre scoppiate a danno dei soggetti più deboli e fragili economicamente.
Naturalmente, voler tener conto di questi esiti, già nelle intenzioni e poi nei fatti, è già una scelta politica di parte.
Ho sempre detto che occorre tempo per far sviluppare le mie proposte di soluzione per una moltitudine di problemi: ecologici, tecnologici e sociali dei nostri contesti territoriali.
Infatti, per ogni Politica di Stimolo Differenziale, in media occorrono 20 anni per portare a soluzione completa quel tema di interesse generale.
Tuttavia, già in discussioni del 2009 facevo presente che fin dagli anni '80 ENEA riteneva opportuno aumentare l'efficienza energetica nelle attività industriali, per bilanciare i rapidi e consolidati aumenti dei costi energetici successivi alla crisi petrolifera degli anni '70.
E se fossero state attuate le tecnologie di risparmio energetico già disponibili nel 1980, nel 2009 le corrispondenti macchine, più efficienti delle usuali (BAU), sarebbero già state ammortizzate.

http://www.energeticambiente.it/discussioni-sui-massimi-sistemi-del-mondo-energetico/14720893-politica-energetica-efficace-duratura.html
(post del 02-03-04-05-06/09/2009)

Questo stesso blog è stato da me avviato a metà 2009 con un'articolata proposta riguardante solo la produzione e l'uso dell'energia.
Tale proposta, senza aggravi economici e senza produrre recessione, avrebbe permesso molta più riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra di quella finora ottenuta.

http://concorrenzaenergetica.ilcannocchiale.it/2009/05/18/perche_e_come_deve_cambiare_la.html

In conclusione bisogna sempre iniziare quanto prima ad usare le tecnologie produttive più efficienti tra le disponibili, anche se apparentemente occorrono anni per ammortizzarne i costi d'impianto.
Peraltro le mie proposte su come affrontare in generale i problemi d'un territorio non hanno data di scadenza, anche perché non comportano aumento del debito pubblico, né del carico fiscale
Così, risultando economicamente compatibili, non sono in concorrenza tra loro e possono essere gestiti in parallelo.
In definitiva i temi che vengono affrontati ora contemporaneamente col metodo PDG in media possono arrivare a soluzione vera in 20 anni. Nei modi attuali mai.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. politica pil pdg

permalink | inviato da ggavioli il 13/4/2018 alle 8:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

sfoglia     marzo        maggio