Blog: http://ConcorrenzaEnergetica.ilcannocchiale.it

L'energia come tema di Interesse Generale

La produzione di Vettori Energetici Commerciali, la produzione di macchine per ottenere servizi finali usando energia commerciale o autoprodotta, nonché l'uso di tali macchine da parte degli utenti finali concorrono almeno al 20 % del PIL di un territorio.
Almeno per questo il tema energia è d'Interesse Generale.
Discuterlo è certamente indicativo dei modi d'affrontare altri temi di interesse generale, partendo dalla valutazione delle politiche attualmente operative.

Un esempio di discussione svolta nel 2009 su produzione ed uso dell'energia si ritrova nei post da #41 a #80 di

http://www.energeticambiente.it/discussioni-sui-massimi-sistemi-del-mondo-energetico/14720893-politica-energetica-efficace-duratura.html

Le mie proposte del 2009 potevano raggiungere gli scopi indicati senza intaccare i bilanci pubblici e privati.
Tuttavia non erano ancora abbastanza standardizzate da poter fare da traccia per interventi su altri temi di Interesse Generale.
A partire dal 2014, l'approccio a temi fuori da Energia e da Gas Effetto Serra, ha permesso la codifica di un metodo generalizzato per risolvere molti problemi senza attingere alle casse pubbliche, ma stimolando i privati ad utilizzare di più (per loro maggior convenienza) le proprie risorse economiche a favore della soluzione di problemi di Interesse Generale (cioè della generalità di chi abita e lavora in un territorio).

Lo stesso tema energia è stato normalizzato separando gli stimoli indirizzati ai fornitori di Vettori Energetici Commerciali da quelli indirizzati agli utlizzatori. E ciò ha permesso una notevole semplificazione degli interventi stessi, specialmente rispetto alle attuali normative in materia energetica.

Pubblicato il 20/4/2018 alle 10.6 nella rubrica PDG 2016.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web